UN CAVO DI SEGNALE

PER INIZIARE

 

Da quando il mio amico Federico mi ha coinvolto nel Club ho avuto il piacere di ascoltare diverse tipologie di impianti  che mi hanno fatto riflettere sulla qualità degli accessori ad  essi collegati . Fondamentali sono i cavi di segnale che spesso fanno la loro differenza tra un buon ascolto ed un ottimo ascolto.

Così  giorni scorsi ho  avuto la possibilità di provare  un paio di cavi di segnale realizzati  con dei connettori RCA di tipo Americano ed un cavo della Tasker in rame o.f.c. a bassa capacità.

Il cavo di segnale è di 1,50m e  si presenta ben assemblato con i suoi connettori in alluminio con l’anima interna placcata in oro .

 Il jack centrale è del tipo a saldare mentre la calza è a stringere sul connettore.

 

La prova è stata fatta con il mio impianto composto da un amplificatore della Proton da 35w un paio di diffusori Polk Audio 70 un cavo di potenza realizzato con cavo UTP Cat 5 su guida di TNT e come sorgente un lettore CD/DVD della Samsung molto commerciale .

Prima dell’inserimento del cavo sopra citato ho ascoltato più volte un brano tratto da un cd di Sting realizzato in DDD, per ricordare bene  il  tipo di suono che veniva riprodotto.

In generale la riproduzione èra scarsa di note medio alte con prominenza delle note piu basse e scarsa profondità.

A questo punto ho collegato il mio cavo ed ho ripetuto l’ascolto dello stesso brano .

Si nota da subito una  spiccata  differenza  nei toni medio alti,  una migliore brillantezza generale , una profondità migliore e le frequenze basse meno trascinate e più scolpite .

Considerando il miglioramento generale che ho avuto ed il costo del cavo di € 13.50 devo dire che ne è valsa la pena , certamente siamo lontano dai signori cavi di segnale ma bastano pochi euro per iniziare su una buona strada .

 

 

 

 

 

HOME

 

                                                                                                                                             Marco Iannucci