IL SABATO DEL NUVISTORCLUB

 

 

Home MARIO PARDI MILANO2010 LIVORNO 2010 TOP AUDIO 2010 GRAN GALA' FI AAAVT ROMA ENZO ANTIQUESOUND GIANFALDONI CLARAVOX

 

 CLARAVOX

 

Così abbiamo voluto battezzare gli incontri che il nostro Club avrà con le associazioni, i costruttori ed i negozianti Toscani, visto che il sabato sarà la giornata dedicata alle visite.

Continuiamo i nostri incontri andando in visita da CLARAVOX, oramai storico marchio di diffusori opera dell’ingegno e della passione di Eddy Bianchi. Ad accoglierci un sabato pomeriggio di fine maggio troviamo proprio Eddy,  già espositore a novembre 2014 della nostra manifestazione Degustazioni Musicali e (soprattutto) noto personaggio del settore nel quale opera da almeno tre decenni.   Durante il pomeriggio ascolteremo il meglio della produzione Claravox, Volta e Shinpy, il tutto sotto la guida dinamica e professionale del padrone di casa: a seguire il reportage fotografico della giornata.

La sala principale con i diffusori Dogma. Il diffusore, disegnato dall’architetto Marco Francesconi della DGF Design, è realizzato attingendo a tecniche di costruzione avanzate, come si possono trovare nei settori nautico ed avionico evoluto. La scocca è ottenuta dalla laminazione della fibra vetro e di carbonio mentre un ciclo particolare di verniciatura consente di arrivare alla splendida finitura estetica. Trasduttori custom di produzione nazionale e tedesca per un risultato notevole all’ascolto. La particolare forma estetica ha permesso ai diffusori di uscire dalle pagine delle riviste hig-end per entrare in quelle delle più prestigiose riviste di interior design.

Si ascolta da diverse sorgenti, compreso un Revox A700 per un suono di inaspettata coerenza. Degno di nota il particolare supporto realizzato tramite sandwich di lastre di marmo e fogli smorzanti (una vecchia idea di Eddy). A lato dell’amplificatore cilindrico dalla inusuale altezza il preamplificatore, riconoscibile per le sporgenti manopole della selezione degli ingressi e della regolazione del volume.

I diffusori Dogma, ammiraglia della produzione Claravox, in tutta la loro maestosità, con le particolari flange dei trasduttori ricavate per tornitura dal pieno.

 

Eddy Bianchi mentre regola il volume del preamplificatore. Si ascolta musica liquida da sorgente Mac Mini tramite DAC Volta caratterizzato dall’alimentazione separata. Per l’ascolto dei CD è presente un apparato dell’italiana Synthesis.

 

Tra il revox ed il preamplificatore il finale letteralmente svetta! Il contenitore cilindrico è realizzato in fibra di carbonio, la circuitazione è digitale.

Si riconosce l’attenuatore del livello in ingresso al finale (la scatola azzurra): la soluzione adottata con doppia regolazione è abbastanza atipica ma funzionale.

Particolare delle connessioni: ovviamente anche per i collegamenti si gioca in casa!

La seconda sala è allestita con un particolare impianto usato per testare cavi ed apparati: in sostanza è una sala dedicata alla prova di ascolto ed al rodaggio dei cavi, effettuati tramite elettroniche di diversa concezione, prezzo e tecnologia. In questo allestimento si parte dal sempreverde NAD3020 per finire alla coppia pre e finale Volta, passando per Marantz e Beard.

Particolare del finale Volta Mars…

 

… e del suo preamplificatore, usati per gli ascolti.

La vista posteriore dell’impianto tradisce l’uso “sperimentale” del set-up.

 

A disposizione diffusori Icarus ed Euritmica, entrambi caratterizzati dalla particolare ed inusuale finitura, nota distintiva della produzione Claravox. Gli Euritmica saranno quelli usati per l’ascolto.

Eddy sempre ai comandi, mentre armeggia col finale Volta Mars.

 

Enrico con una coppia dei suoi cavi di potenza “trasparenti”, portati con il preciso scopo di fare qualche ascolto in comparazione con la produzione Shimpy.

Un momento delle prove di ascolto. La differente e preferibile impostazione timbrica del prodotto Apuano rispetto allo sfidante americano si può percepire dall’espressione di Enrico…

La sala assorbente. Questa sala, posta al piano interrato è caratterizzata da un pesante intervento di correzione acustica, che la rende particolarmente adatta a discriminare i particolari di quanto ascoltato. Ancora una volta diffusori top Dogma in livrea laccata nera e sistema di smorzamento a sandwich di lastre di marmo sulla sorgente digitale. Il drappo rosso visibile sullo sfondo copre parte dei tube traps.

Particolare dell’amplificatore integrato Volta Horus, con sezione finale a mosfet in classe AB e caratterizzato dall’originale spia di accensione anulare. L’amplificatore condivide la stessa lussuosa finitura dei diffusori ed il cabinet in carbonio, come tutta l’attuale produzione di elettroniche Volta.

Sorgente analogica vintage GyroDec e fonorivelatore MC Ortofon. Non visibile in foto lo stadio phono valvolare caratterizzato dall’alimentazione separata e posto a terra dietro il giradischi.

Claravox Dogma nello splendore della laccatura nera.

 

I cavi Shinpy, oltre che all’ascolto, si apprezzano anche alla vista. In foto alcuni campioni di cavi di segnale e potenza caratterizzati da elementi e finiture in carbonio.

In esposizione troviamo anche la famosa coppia di Euritmica decorate a mano con acrilico direttamente sul diffusore e caratterizzate dalle differenti illustrazioni sulle due casse: un’opera d’arte in edizione limitatissima (una sola coppia)!

 

Tradizionale foto ricordo al termine della piacevole giornata. Da sinistra a destra Pierfrancesco, Marco F., il sottoscritto, Eddy Bianchi, Roberto e Marco C.; Enrico, non visibile, allo scatto. Anche in questa occasione Eddy si è dimostrato un’ottimo padrone di casa, arricchendo la visita con spiegazioni tecniche ma anche con storie ed aneddoti tratti dalla sua pluridecennale esperienza di costruttore e rivenditore.

 

Nicola Del Bianco 

Copyright 2015 - Nuvistorclub

 

TORNA     HOME