PREAMPLIFICATORE  "PRECONCETTO "

di Nicola Delbianco

 

 

Il preamplificatore è la realizzazione di un progetto apparso qualche anno fa sul sito Audiofaidate, dal nome tutto un programma: Preconcetto.

Tenendo fede al nome si tratta di una realizzazione nata con l’intento di evitare quelli che sono i preconcetti adottati dalla maggior parte degli autocostruttori, soprattutto per il tipo di valvola impiegata, PL84 configurata a triodo ed il tipo di polarizzazione, serie dei diodi IR contenuti in un optoisolatore duale KB827, ma con il preciso scopo di dare del filo da torcere (e parecchio) a realizzazioni più impegnative e più allineate alle classiche scelte dalla nomea Hi-End

La decisione di realizzarlo era scaturita dalla bassa impedenza di uscita, pari a 600 Ohm, e quindi ideale per pilotare la mia cuffia Audio Technica AT909 da appunto 600 Ohm nominali. Questa scelta ha condizionato il layout costruttivo, a partire dalle dimensioni dello chassis fino ad arrivare alla disposizione dell’uscita, realizzata con un connettore XLR posto sul pannello frontale.

 

Per tenere fede allo spirito originario del progetto si è deciso di realizzare il tutto con componentistica standard, arrivando a riciclare per telaio un vecchio centralino televisivo Fracarro, anche se nobilitato da una verniciatura impeccabile, realizzata in carrozzeria dal solito amico compiacente. Un trasformatore per impieghi industriali alimentato al contrario si occupa di fornire la tensione per l’ anodica, filtrata da un pi-greco resistivo, mentre la tensione per i filamenti, pari a 15Vac, viene fornita da un buon toroidale Talema.

Come copertura  si è usata della rete a maglia fine in alluminio: tagliata a dovere e piegata a mano con l’ ausilio di due profili in alluminio ed una morsa da banco contribuisce a dare un tono vintage al tutto, evitando (altro preconcetto) il solito telaio “pecora”.

Come tutti i prototipi che si rispettano è stato cablato su di una piastra millefori curando particolarmente il cablaggio. Alla fine si presenta come un oggetto compatto ed abbastanza gradevole.

Ovviamente, come da migliore tradizione dei prototipi, è dal 2006 stabilmente operativo, affidabile e bensuonante all’interno del mio impianto, con sporadiche apparizioni, quando richiesto,  nella veste originaria di preamplificatore.

Appena costruito è stato provato all’ interno della catena di un mio collega in confronto diretto con un blasonato Audible Illusion: alla fine degli ascolti è uscito alla pari dal confronto, con il vantaggio di una gamma bassa molto più articolata.

Per un preamplificatore realizzato con 70€ di componentistica è un bel risultato!

 

HOME

 

RITORNA